Scuola della Parola del 17.11.15

Pubblicato giorno 17 novembre 2015 - Scuola della Parola - Abramo

Proseguiamo la lettura del brano della “legatura d’Isacco”: il cammino verso il luogo del sacrificio è un viaggio di fiducia in Dio e di affetto familiare.

Qui il foglietto di questa sera:

Scuola della Parola 17.11.web

Due poesie che riprendono il tema della legatura d’Isacco con riferimento alla guerra:

E quando andai di nuovo al sacrificio

(non a piedi, non a dorso d’asino.

Chiuso nel ventre di un mostro d’acciaio) -

La mano calda di mio padre

non stringeva la mia.

Non domandai”Dov’è l’agnello per l’olocausto?

E non c’era chi rispondesse alla domanda.

Nemmeno l’angelo c’era

a fermare il coltello.

Soltanto io, io solo -

il padre e il figlio

E non c’era lo spirito

a santificare col mio sangue

l’altare di basalto.

Dietro di me rimane

la canna bruciata di un cannone,

dito puntato accusatore

al cielo alieno, affumicato,

che cancellò ogni memoria

della mia vita e morte.

Solo a momenti udrò ancora

attraverso le nuvole

la voce di un vecchio peccatore

ridere della mia disfatta.

Matti Meged, tratto da: J. Riemer – G. Dreifuss, Abramo: l’uomo e il simbolo, Giuntina 1994

וְהַנַּעַר עוֹלֶה אֶל הָהָר.

עַל כְּתֵפוֹ תַּת-מִקְלָע עָרוּךְ.

– אַיֵּה הַשֶּׁה לְעוֹלָה, בְּנִי?  שׁוֹאֵל הָאָב

הַנִּשְׁאָר בַּבַּיִת.

– אֲנִי הוֹלֵךְ אֶל מְקוֹם הַמִּקְדָּשׁ, אָבִי.

אַל תִּשְׁלַח יָדְךָ אֶל הַנַּעַר!  קוֹרֵא הָאָב –

לֹא עַכְשָׁו, לֹא עַכְשָׁו,

עַד הַמִּלְחָמָה הַבָּאָה.

Ed il giovane sale sul monte

sulla sua spalla un mitra pronto

Dov’è l’agnello per il sacrificio, figlio mio? Domanda il padre-

rimasto a casa.

Io vado al luogo del Tempio, padre mio -

- Non stendere la tua mano contro il ragazzo! Chiama il padre,

non ora, non ora,

fino alla prossima guerra

Rakhel Negev

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)